Auto DJ (Easy Radio) - versione LiquidSoap - Nozioni di base

Una guida dettagliata per il primo approccio con il nostro sistema AUTODJ (Easy Radio V.3) che ti permetterà di realizzare in poche decine di minuti un vero e proprio canale di streaming on-line personalizzato con le tue esigenze.

 

Una volta ordinato il tuo server con AutoDJ, il sistema ti invierà una mail con i seguenti dati:

  • Indirizzo web del pannello di controllo della piattaforma
  • Username e password  per accedere al pannello.
  • password per lo streaming live (da non confondere con lo streaming live del DJ. Questa password di streaming è utilizzabile solo nel caso il server venisse utilizzato come server di streaming classico senza autodj.

Strumenti necessari per l'utilizzo e programmazione dell' Auto DJ:

  • Un computer (windows, mac o linux) connesso ad internet
  • Un browser (si consiglia Firefox o Chrome. Altri browser potrebbero non funzionare)
  • Un programma client FTP (consigliamo Filezilla, potente e gratuito.
  • Un programma per gestire e convertire audio come Free Mp3 converter (gratuito)



Configurazione del server:

Normalmente, il server viene consegnato con la seguente configurazione:

  • 1 mountpoint in mp3 a 128k (/stream)
  • Crossfade di 3 secondi con Fade IN di 0 secondi e Fade Out di 1,5 secondi (sono i valori di mixaggio delle tracce)
  • Replay Gain Abilitato (serve a normalizzare il volume dei files)

Ricordatevi di inserire i seguenti paramentri come:

  • Titolo Streaming  (Sarà il nome della vostra radio o canale)
  • Genere (sarà il genere o i generi musicali principali che intendete suonare, separati da uno spazio.  Ad esempio:  Pop Dance)
Se volete creare un secondo mountpoint (ad esempio un 32k o 48k in AAC+ per i dispositivi mobili, potete farlo nella sezione Mount Point.

Ricordatevi che ogni volta che fate una variazione alla configurazione, dopo aver salvato, dovete riavviare il Vostro server.

 

STEP 1 - Preparazione dei file audio

Per una migliore resa del tuo canale webradio, ti consigliamo di preparare con accuratezza tutti i file che andrai a trasferire sul tuo server AutoDJ. Le regole di base sono le seguenti:

  • Tutti i file è bene che siano dello stesso bitrate, ma non è indispensabile. L'importante che siano in mp3 ad un bitrate uguale o maggiore del bitrate di trasmissione del mountpoint più alto e (importantissimo) con una frequenza di campionamento a 44.100 khz (mai 22.050 o altre). Non codificare mai oltre i 256k.
    Nel caso che i file siano di bitrate differenti ci penserà comunque Centova Cast 3.1 a codificarli in uscita a seconda del mountpoint e del formato.
  • Cerca di tagliare da tutti i file gli spazi bianchi in testa ed in coda. Ti garantirà un miglior mixaggio degli elementi nelle sequenze.
  • Normalizza i file allo stesso volume. Avrai meno sbalzi di audio nel flusso della tua radio.
  • Cerca di separare i brani musicali in gruppi differenti (novità, oldies, italiani etc. etc.) questo ti consentirà di programmare meglio le tue sequenze musicali.

Per lavorare i file, convertirli in mp3 ad un unico bitrate, normalizzare e tagliare (trimm) il silenzio in testa e coda puoi utilizzare Free Mp3 converter che ti abbiamo consigliato nel paragrafo precedente.

ATTENZIONE: Abbiamo riscontrato spesso alcuni problemi con i client FTP non ben settati riguardo alla codifica del linguaggio dei file. Quando caricate file tramite FTP vi consigliamo di fare in modo che essi non abbiano nel nome del file dei caratteri accentati ( tipo è à ò ù é ). Potrebbero dare dei problemi e bloccare l'AutoDJ. Per verificare che il vostro client FTP abbia il settaggio giusto, caricate un file con una lettera accentata e poi provate a cancellarlo o rinominarlo tramite il file manager interno di Centova Cast. Se l'operazione avviene con successo allora non dovreste avere problemi con questi file. Se l'operazione fallisce non utilizzate mai questo file nelle playlist e provate a cancellarlo subito con FTP. Se non ci riuscite aprite un ticket e richiedetene la cancellazione forzata ai nostri tecnici.

 

STEP 2 - Upload dei file sul server

Una volta pronti i file li devi caricare sul server tramite l'interfaccia Web presente sul tuo pannello o il tuo client FTP (Filezilla). Per caricare un grande numero di file è preferibile utilizzare l'FTP. Per un numero basso di brani, spot, jingle programmi (programmazione quotidiana o periodica) si può usare tranquillamente il file manager del pannello.

Pannello Web:

Sul menù di sinistra del pannello clicca su AutoDJ/ Files. Entrerai nel File Manager; posizionati nella cartella dove vuoi caricare i tuoi files e premi "upload" in basso.

Si aprirà un popup che ti permetterà di selezionare i files sul tuo computer e caricarli nella directory selezionata.

Via FTP:

Sul pannello di controllo del tuo server, clicca sul menù di sinistra "Quick Links"; in questa sezione troverai tutti i link necessari ed i dati per far funzionare il tuo server.
Alla voce Ftp copiati l'indirizzo host del tuo server ed incollalo nel campo HOST di Filezilla. Inserisci la username e la password che ti sono state inviate e Filezilla di collegherà con il tuo FTP server.
ATTENZIONE: non inserire su filezilla la porta del tuo Easy radio. Il campo porta deve rimanere vuoto (o al massimo deve essere la porta 21, che è quella dell FTP).

In Filezilla sulla sinistra ci sono le cartelle del tuo computer, sulla destra le tue cartelle remote sul server.

Sul server troverai alla connessione diverse cartelle. Quella che ti interessa, dove dovrai caricare tutto il materiale, è la cartella "media": aprila con un doppio click.

A questo punto ti consigliamo di creare dentro la cartella media delle sottocartelle con i nomi delle tipologie di file che andrai a caricare: ad esempio "Canzoni", "canzoni Italiane", "Jingle", "Spot" etc.etc.
Ricordati che all'interno della cartella "media" potrai al massimo inserire 1 livello di sottocartelle. Oltre non sono consentite (cioè se crei una cartella POP al suo interno non potrai crearne un'altra.

Fai drag & drop dei file dal tuo computer alle cartelle del server per caricarli. Ai ben 15 Gbyte di spazio disco a disposizione e quindi potrai caricare veramente tanti brani, oltre il migliaio.
La durata del tempo di caricamento dipende dalla velocità della tua connessione.

 

STEP 3 - Preparazione del server

Collegati al tuo pannello di controllo e clicca sul menù su "configura il server".
Su Titolo stream scrivi il nome della tua radio, su website URL metti l'indirizzo del tuo sito internet. Nella sezione AutoDJ su Genere scrivi il genere della musica o della radio che vuoi fare, ad esempio POP, ROCK, TALK, NEWS  etc. etc. Nel campo Crossfade inserisci il numero di secondi della durata del mixaggio delle tracce. Nel campo "soglia" inserisci il numero di secondi sotto il quale non vuoi che un file venga mixato con il seguente (se metti 30 secondi, significa che tutti i file che saranno più corti di 30 secondi non verranno mixati fra di loro; ottimo per spot e jingle).

Nella sezione MountPoints troverai di default il primo e principale del server: "/stream". Clicca sul mountpoint e nella sezione "autoDJ settings" regola il tipo di encoder che vuoi utilizzare per questo stream: Mp3 o AAC+, il bitrate (la somma dei bitrate di tutti i mountpoint non deve superare i 192k). Ti consigliamo di lasciare gli altri valori di default. Quando il server viene consegnato il mountpoint /stream è settato in mp3 a 128k.

Clicca su AGGIORNATO. Il tuo server è pronto per essere programmato.

IMPORTANTE: Ogni volta che farai qualsiasi variazione nella configurazione (impostazioni) del server, dovrai comunque riavviare il server stesso per rendere effettive le modifiche. Non è sufficinte il salvataggio delle impostazioni.

 

STEP 4 - Aggiornamento della libreria di file

Clicca ancora su "AutoDJ/Media" e vedrai tutto il materiale che hai caricato via pannello o FTP diviso per Artisti o titolo.  Su OPTIONS a destra potrai selezionare "sfoglia per cartelle" (consigliato), per vedere la libreria sotto la forma delle cartelle che hai creato sull' FTP.

L'aggiornamento della libreria musicale avviene automaticamente dopo ogni inserimento di file dal file manager integrato e dopo circa 60 secondi dalla chiusura del client FTP (filezilla).
Nel caso di necessità potete forzare l'aggiornamento della libreria nella sezione AutoDJ/media e cliccando su 'opzioni' in alto a destra: troverete il comando 'aggiorna libreria manualmente'.

 

STEP 5 - Creazione e programmazione delle playlist

Andiamo al vero cuore del sistema: clicca nel menù su "AutoDJ/Playlists"; Le playlist sono delle cartelle dove potrai inserire i tuoi files che ragionano con delle regole ben precise.

Devi creare una cartella per ogni elemento che vuoi ruotare nella tua radio. Il sistema te ne propone 5 di esempio e puoi partire da quelle per iniziare.

Prova ad aprire una playlist cliccando sull'iconcina centrale a destra. Potrai dare un nome alla playlist, decidere se abilitarla, e decidere come deve intervenire sul flusso della radio:

  • General rotation
    Adatta per i brani musicali; Puoi scegliere se suonare i brani random (a caso) o in ordine tra quelli che inserirai. Il playback PESO decide il peso di questa playlist rispetto ad altre playlist di General Rotation.  Ad esempio se crei 2 playlist General: una di musica italiana ed una di musica straniera, Se alla playlist di musica straniera dai un peso 10 ed a quella italiana un peso 5, quando la regia sceglierà i pezzi da mettere in onda suonerà sulla radio il doppio di brani stranieri rispetto a quelli italiani. Infine puoi abilitare la tua playlist solo in alcune ore della giornata o lasciarla sempre operativa.
    E' bene ricordare che Centova Cast ragiona nell'arco delle 24 ore. Quindi le playlist general devono riferirsi ad una unica giornata. Ad esempio se volete che una playlist 'general' sia in onda dalle ore 20.00 alle 8.00 del mattino, dovrete crearne 2 uguali: una dalle 20.00 alle 23.59 ed un'altra dalle 00.00 alle 8.00. Quando invece una playlist 'general' deve suonare tutto il giorno (sempre abilitata), fate in modo che non ci sia nessun orario programmato (dappertutto il simbolo '-' presente nel menù a tendina degli orari).
  • Scheduled
    Per programmare un evento ad orario. Gli elementi della playlist verranno suonati al giorno e alla ora che tu programmi in questa pagina. Puoi decidere se suonare tutte le tracce in ordine sequenziale, random oppure se suonare solo una traccia random della playlist.. Puoi anche decidere se concedere ad un'altra playlist ad orario (scheduled) di interrompere la playlist corrente o aspettare la fine e metterla in cosa o dargli un massimo di minuti di attesa prima di forzare l'interruzione.
    Attenzione: se programmate degli eventi giornalieri, ricordatevi di mettere come data di inizio il giorno seguente per gli elementi con un orario della giornata già trascorsa. Esempio: se oggi programmate 3 notiziari alle 10.00, 15.00 e 18.00 con ripetizione giornaliera (tutti i giorni), attenzione all'ora in cui fate la programmazione. Se state facendo la programmazione alle ore 16 e volete che sia attiva da subito, programmate la playlist delle 18 con data odierna e quelle delle 10 e delle 15 alla data di domani. Questo perchè altrimenti appena confermate Centova Cast manderebbe in onda (recuperandole) tutte le programmazioni (delle 10 e delle 15) che gli rimarrebbero in coda. Questo concetto valle dalle ore 00.00 di ogni giorno.
  • Intervallo
    Adatta per i Jingles della radio. Il contenuto della playlist verrà suonato (tutto o casuale uno alla volta) ogni X grani musicali oppure X minuti.  Comunque sia la regia aspetterà sempre la fine di un brano prima di inserire l'elemento. I brani musicali non verranno mai interrotti e suonati fino alla fine.
  • Immediate
    Suona immediatamente il contenuto di una playlist appena abilitata. Puoi scegliere se suonare le tracce in sequenza o random.

Per iniziare e per capire come funziona, abilita solo 2 playlist: una per la musica in general Rotation ed una per i jingle in Interval (ad esempio ogni 2 brani musicali).

 

STEP 6 - Caricamento della playlist

Sul menù clicca su "AutoDJ/Media"; scegli e seleziona i brani musicali e fai drag & drop su una delle playlist ce hai creato che troverai sulla sinistra. Fai la stessa cosa con i jingle. Cliccando a sinistra sulla playlist potrai visualizzarne il contenuto ed eventualmente modificarlo. Se lo modifichi ricordati prima di uscire di salvare la playlist cliccando su SALVA in basso a destra. Per selezionare più file contemporaneamente per il drag&drop utilizzare il tasto ctrl (anche su Mac).

 

STEP 7 - IN ONDA

A questo punto, se avrai creato e caricato correttamente il tuo AutoDJ, vai sulla pagina principale del tuo pannello cliccando su "Panoramica".
Sul menù clicca su "Server/Start".
La tua radio è in onda e potrai visualizzare los torico delle tracce nella parte centrale del pannello.

IMPORTANTE: Fino a nuovo aggiornamento, ogni volta che si da un comando di Start/stop/restart del server, nonostante la risposta del comando risulti positiva, il menù di sinistra non viene automaticamente aggiornato. Prima di proseguire si consiglia di aggiornare la pagina cliccando sempre su "panoramica".

Per ascoltare il tuo canale puoi cliccare su uno dei link che trovi in alto a destra sul pannello.

Nella sezione "generale/quick links" del menù troverai come prima voce in alto il link alla tua pagina personalizzata "La Tua Start Page di prova per lo streaming" che potrai dare agli interessati per fare ascoltare la tua radio, far vedere i titoli e le statistiche. Se invece hai un tuo sito internet, dai al tuo webmaster i link che trovi sempre su quick links nella sezione "Links per ascolto". Utilizzando il server in aac+, il modo migliore per sfruttare le sue potenzialità sul vostro sito è quello di ordinare il nostro Player Html5.

Nella sezione "Configuration/Widgets" del menù potrai configurare e generare moltissimi codici Html/javascript che il tuo webmaster potrà utilizzare per le pagine del sito della radio.

 

STEP 8 - CREAZIONE DI UN AUTHHASH (rendere lo stream pubblico sul sito Shoutcast.com)

A differenza di Shoutcast 1, nella versione 2 di shoutcast la pubblicazione nella directory pubblica di shoutcast.com non è automatica. Bisogna creare un account di autorizzazione che si chiama "Authhash".

Di default il server viene consegnato in modalità privata. Per prima cosa occorre entrare nella configurazione del server (configurazione/impostazioni) e nella sezione "server Overrides" selezionare "server pubblico" su "automatico" o "sempre". Al termine salvare e riavviare il server.

Nel menù clicca su "server/admin". Ti troverai nella pagina di amministrazione del tuo server Shoutcast2. In alto a destra clicca su "Administrator Login" ed inserisci "admin" come username e la tua password del pannello di controllo. Ti troverai davanti ad un elenco dei Mountpoint attivi sul tuo server. Clicca su "Create Authhash" e segui poi le istruzioni descritte. In pratica dovrai collegarti al sito https://rmo.shoutcast.com/  e creare il tuo account shoutcast.com compilando tutti i dati richiesti. Si raccomanda di sottoscrivere il piano in VERDE e non quello in BLU. Al termine ti verrà rilasciato un codice 'Authash' che dovrai inserire nel campo presente nel server. Dopo aver salvato la tua radio sarà visibile nella directory nel giro di pochi minuti.

 

STEP 9 - IN ONDA IN DIRETTA e Permessi DJ

Centova Cast 3 ha una gestione molto più evoluta e potente dei DJ autorizzati per andare in diretta.

Cliccando su "Configuration/DJs", potrai creare infiniti account per i tuoi DJ ed assegnare loro diversi poteri e limiti di intervento all'interno del pannello e addirittura i giorni e gli orari in cui si possono collegare.

Ogni volta che creiamo un account DJ, avremo un' username e password personalizzate per ogni utente. Questi dati saranno utilizzati da ogni DJ creato per entrare nel pannello di controllo e per collegarsi con il proprio encoder ed andare in diretta.

ATTENZIONE: E' fondamentale che ogni volta che crei o modifichi un DJ nel DJmanagement devi entrare nella configurazione del server (impostazioni), salvarle (anche se non avete cambiato nulla) e poi riavviare il server. Altrimenti le modifiche alla sezione DJmanagement non saranno operative.

Al momento di dover trasmettere un programma in diretta, devi preparare il tuo encoder con i dati per il collegamento:

Metodo con Encoder Shoutcast 1

  • Prepara il tuo encoder (consigliamo MBRecaster) e settalo in modalità Shoutcast V1, mp3 a 128k (Puoi usare anche aac+ a bitrate più bassi).
    La modalita shoutcast 1 è da utilizzare in LIVE anche se il server di streaming finale è un Icecast.
  • Indirizzo Host e porta (la porta deve essere quella del server + 2 (o +1 nel caso di server finale Icecast); ad esempio se la porta del server shoutcast è 8100, la porta da utilizzare per il collegamento è la 8102, oppure 8101 se il server è un Icecast)
  • la password di streaming deve essere composta unendo  l'username del DJ e la sua password con il ":" (ad esempio  username:password).

Nella sezione quicklinks troverai i parametri corretti per il collegamento.

Quando sei pronto sarà sufficiente attivare l'encoder. Il tuo server Easy Radio automaticamente commuterà il tuo canale in streaming sul segnale in ingresso senza far cadere gli ascolti.

Al termine della tua diretta sarà sufficiente spegnere l'encoder della diretta ed il tuo Easy Radio tornerà automaticamente sull' AutoDJ.

E' importante sapere che durante la diretta l'autoDJ viene messo in pausa. Al termine del collegamento del DJ riprenderà dal punto in cui si era fermato.

N.B.

Quando un DJ è collegato in diretta, il flusso verrà automaticamente inserito su tutti i mountpoint del server rispettando i formati audio ed i bitrate. Vale a dire che se il tuo server ha per esempio 2 mountpoint: uno a 128k mp3 e un altro a 64k aac+, anche la diretta del DJ andrà in onda nello stesso modo.

Per il collegamento del DJ consigliamo un flusso in mp3 a 128k o 64k in AAC+

  • 30 Utenti hanno trovato utile questa risposta
Hai trovato questa risposta utile?

Related Articles

Guida per la programmazione di SimplyStore

Questa guida è dedicata a coloro che devono inserire e programmare i propri jingle e spot...

Auto DJ Plus (Easy Radio V.3) - versione SCTrans - Nozioni di base

Una guida dettagliata per il primo approccio con il nostro sistema AUTODJ (Easy Radio V.3) che ti...

SHOUTCAST 2 - Configurazioni di base

Una guida dettagliata per il primo approccio con il tuo server Shoutcast 2.0.   Una volta...

SHOUTCAST 1 - Configurazione di base

Una guida dettagliata per il primo approccio con il tuo server Shoutcast 1.0.   Una volta...

ICECAST 2 - Configurazione di base

Una guida dettagliata per il primo approccio con il tuo server Icecast 2.   Una volta ordinato...